Durante i miei interventi parlo di percezione alterata della realtà.  Sono profondamente convinto che il tipo di percezione al quale decidiamo di sottoporci attraverso tutti i nostri filtri percettivi non può prescindere da numerosi fattori in movimento, in mutamento. Questo che state per vedere non è altro che la pratica dimostrazione che se intorno a noi le cose mutano, allora anche noi mutiamo con esso. Diverso è il campo percettivo, la posizione che occupiamo nell’universo, assoluta, diversa sarà la percezione totale. Anche il tmpo gioca con le proprie regole.
Questo video curato da Google ci permette di testare il grado di invecchiamento del nostro udito.

Partiamo  degli 8000 hz finchè la percezione, o le frequenze, dipende dal punto di vista, è distorta al punto che non udiamo nulla.

Al momento in cui scrivo riesco ad ascoltare fino ai 30, quindi deduco che il mio invecchiamento dell’udito sia nella media prevista per quella età. Superata la frequenza dei 16.000 hz prevista per quelli al di sotto dei 30 anni avverto soltanto uno scoppiettio. E’ consigliabile riprodurre il video a 1080p e con le cuffie.

Provare per credere.